730 2014: RIMBORSI IRPEF E TRATTENUTE IN BUSTA PAGA

Con la presentazione del modello 730, lavoratori e pensionati ricevono le trattenute o i rimborsi Irpef e addizionali, risultanti dal prospetto di liquidazione, direttamente in busta paga di luglio o nella rata di pensione di agosto o settembre.

La fase successiva alla presentazione del modello 730 (entro il 31 maggio) infatti, porta i sostituti d’imposta a dover effettuare i conguagli a partire dalle retribuzioni di competenza del mese di luglio, o dal primo mese utile tenuto dei risultati contabili dei modelli 730-4 elaborati dai Caf e dai professionisti abilitati.

Le operazioni di conguaglio, né a credito né a debito, non devono essere effettuate se l’importo di ogni singola imposta o addizionale risultante dalla dichiarazione non supera il limite di dodici euro.

Le somme dovute a titolo di saldo, primo acconto Irpef e cedolare secca, addizionale comunale e regionale Irpef, acconto dell’addizionale comunale e acconto del 20 per cento su alcuni redditi soggetti a tassazione separata possono essere rateizzate, previa indicazione da parte del sostituito – Sezione V, rigo F6, colonna 7 – del numero delle rate, da un minimo di due a un massimo di cinque (massimo quattro per i pensionati), in cui intende frazionare il debito e il sostituto d’imposta calcolerà gli interessi dovuti per la rateizzazione. La rateizzazione deve in ogni caso concludersi entro il mese di novembre.
Se il risultato contabile della dichiarazione evidenzia un credito, il rimborso è effettuato utilizzando le ritenute operate, a titolo di Irpef e/o di addizionale comunale e regionale all’Irpef, sui compensi di competenza del mese di luglio, e le somme derivanti dai conguagli a debito da assistenza fiscale. Se le somme a disposizione non sono sufficienti, gli importi residui sono rimborsati con una corrispondente riduzione delle ritenute relative ai compensi corrisposti nei successivi mesi dell’anno 2014, informandone il dipendente all’atto dell’erogazione della prima rata di rimborso. In presenza di una pluralità di aventi diritto, i rimborsi devono avvenire in percentuale uguale per tutti gli assistiti.

Casi particolari. In caso di passaggio di dipendenti, nel corso del medesimo periodo d’imposta, da un datore di lavoro ad un altro senza interruzione del rapporto di lavoro il nuovo datore di lavoro è obbligato a svolgere la funzione di sostituto d’imposta tenendo conto dell’operato del precedente, effettuando tutte le operazioni relative ai conguagli. Se prima dell’effettuazione o del completamento delle operazioni di conguaglio è intervenuta la cessazione del rapporto di lavoro ovvero l’aspettativa con assenza di retribuzione o fattispecie analoga, il sostituto d’imposta non effettua i conguagli a debito e comunica tempestivamente agli interessati gli importi risultanti dalla dichiarazione, che gli stessi devono versare direttamente. In caso di conguaglio a credito, il sostituto d’imposta è tenuto ad operare i rimborsi spettanti ai dipendenti cessati o privi di retribuzione, mediante una corrispondente riduzione delle ritenute relative ai compensi corrisposti agli altri dipendenti con le modalità e nei tempi ordinariamente previsti. Il decesso del contribuente assistito fa venir meno l’obbligo per il sostituto di effettuare le operazioni di conguaglio risultanti dal modello 730. In caso di eventi calamitosi, sono necessari specifici provvedimenti che prevedano la sospensione e fissino nuovi termini per gli adempimenti connessi all’assistenza fiscale, in caso contrario i contribuenti che risiedono in territori colpiti da calamità naturali o da eventi eccezionali che fruiscono di provvedimenti di sospensione degli adempimenti fiscali, qualora intendano avvalersi dell’assistenza fiscale devono rispettare gli ordinari termini di presentazione della dichiarazione dei redditi previsti. Analogamente devono essere rispettati i tempi previsti da parte dei soggetti che svolgono l’assistenza fiscale, compresi quelli previsti per l’effettuazione dei conguagli sulle retribuzioni.



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia