AL VIA LA TRASMISSIONE DELLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA

liq periodicheL’Agenzia delle Entrate informa, con apposito comunicato stampa, che il servizio web gratuito per l’invio delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche Iva, a disposizione da ieri, consente di trasmettere un singolo file ZIP per più contribuenti.

Dovrebbe essere, quindi, superata la problematica, messa in luce nei giorni scorsi dal CNDCEC, circa l’onerosità dell’adempimento per i professionisti, derivante dal doversi affidare al proprio software gestionale.

Relativamente al nuovo obbligo in scadenza il prossimo 31 maggio (salvo proroghe), il Presidente dell’Ordine aveva, infatti, osservato che “Gli aspetti che destano maggiore preoccupazione sono legati alla firma e soprattutto all’invio telematico dei modelli, in considerazione del fatto che la trasmissione seguirà una strada del tutto nuova, non essendo utilizzabile per questo adempimento il tradizionale servizio Entratel. Utilizzando il portale web dell’Agenzia si impone l’invio di un distinto file per ciascun contribuente. Ciò costituisce una criticità insormontabile per i professionisti. La modalità alternativa di invio diretto dei dati dal proprio software gestionale, tramite soggetto accreditato risulta l’unica concretamente praticabile per i professionisti, ma comporta dei costi aggiuntivi notevolissimi per l’acquisto e l’aggiornamento del software dedicato, costi che in alcuni casi si avvicinano ai mille euro all’anno”.

Alla luce di ciò veniva chiesto di uniformare le modalità di trasmissione telematica delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche Iva a quelle in uso per gli altri adempimenti.

Le notizie riportate sul comunicato stampa di ieri devono essere accolte con assoluto favore.

Relativamente alla firma che deve essere apposta sui file contenenti le comunicazioni, viene precisato che essa può consistere in una qualsiasi firma qualificata (firma digitale) o, in alternativa, nella firma elettronica basata sui certificati rilasciati dall’Agenzia delle Entrate (di seguito, anche “firma Entrate”).

La firma Entrate potrà essere apposta con la nuova funzionalità disponibile sulle piattaforme “Desktop Telematico” ed “Entratel Multifile”, con un’unica operazione su tutti i file selezionati.

Inoltre, il comunicato rende noto che tramite il proprio servizio web “Fatture e corrispettivi, disponibile gratuitamente per i contribuenti dotati di credenziali EntratelFisconline o SPID, è possibile trasmettere:

  • singole comunicazioni (file XML) firmate elettronicamente, con certificato qualificato (firma digitale) oppure con certificato emesso dall’Agenzia delle Entrate ovvero “sigillate” tramite l’apposita funzionalità disponibile;
  • file ZIP (cartelle compresse) contenenti le comunicazioni di più contribuenticiascuna firmata con certificato qualificato (firma digitale) oppure con certificato emesso dall’Agenzia delle Entrate;
  • file ZIP (cartelle compresse) firmato digitalmente contenenti le comunicazioni di più contribuenti (file XML) che possono non essere firmate singolarmente. Questa funzionalità sarà disponibile dal prossimo 16 maggio).

In pratica, le funzionalità del servizio di trasmissione dell’Agenzia si allineano a quelle del canale web services.

Infine, il comunicato stampa informa che attraverso il canale FTP – terzo canale di trasmissione – i contribuenti possono inviare una o più comunicazioni firmate singolarmente con certificato qualificato (firma digitale) oppure con certificato emesso dall’Agenzia delle Entrate

Fonte: ecnews.it