BANDO FIPIT. PROROGATO IL TERMINE DELLE ISTANZE.

Il termine di presentazione delle domande di partecipazione al Bando Fipit è stato prorogato. Infatti, l’iniziale scadenza del 3 dicembre 2014 (ore 18.00) è stato differito alle ore 18.00 del 15 gennaio 2015. Si ricorda che le imprese interessate ai finanziamenti possono presentare telematicamente la domanda di ammissione già dal 3 novembre scorso, nella sezione “Servizi online” dell’INAIL. La proroga è arrivata per mezzo della determina del Direttore centrale Prevenzione n. 83 del 28 novembre 2014, la quale proroga al 27 gennaio 2015 anche il termine per la pubblicazione sul sito dell’INAIL della composizione delle Commissioni. Inoltre, ad essere differito è anche il termine di 180 giorni per l’attività istruttoria delle Commissioni al 30 gennaio 2015.

Bando Fipit – Il bando Fipit, istituito dall’INAIL, mette a disposizione importanti risorse finanziarie in favore degli agricoltori, edili e lapidei che intendono realizzare progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. In particolare, le risorse finanziarie sono state così suddivise: 15.582.703 di euro per il finanziamento dei progetti del settore agricoltura; 9.417.297 di euro per il finanziamento dei progetti del settore edilizia; 5.000.000 di euro per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura. Si precisa, inoltre, che il bando è a “graduatoria”, cioè con meccanismo che prevede la predisposizione di punteggi e di posizioni all’interno dell’elenco di tutti i partecipanti.

Ammontare del contributo – Il contributo, in conto capitale, è erogato fino a una misura massima corrispondente al 65% dei costi sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto, al netto dell’Iva. L’importo massimo concedibile per ciascuna impresa, nel rispetto del regime “de minimis”, non può superare l’importo di 50.000 euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a 1.000 euro.

Accesso ai finanziamenti – Come accennato in premessa, con determinazione del Direttore Centrale Prevenzione n. 83 del 28 novembre 2014 il termine di presentazione delle domande è stato prorogato alle ore 18.00 del 15 gennaio 2015. Le imprese interessate hanno a disposizione, nella sezione “Servizi online”, una procedura informatica per inserire la domanda di partecipazione. A essere posticipati, inoltre, sono stati anche i termini per la pubblicazione online della composizione delle Commissioni e per l’attività istruttoria.

Invio istanze – Dopo l’inserimento online, la domanda di partecipazione deve essere inoltrata, insieme alla documentazione prevista dal bando, all’indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) della struttura regionale/provinciale competente. Le imprese partecipanti devono indicare nell’oggetto della Pec, con la quale inviano la domanda, la dicitura “Bando Fipit” e a riportare il codice identificativo univoco attribuito dall’applicativo al salvataggio della domanda stessa.

Fonte: Fiscal Focus



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia