CERTIFICATO PENALE CASELLARIO GIUDIZIALE: NUOVE INDICAZIONI MINISTERIALI

In risposta ad un quesito avanzato da Federalberghi, il Ministero del Lavoro con l’Interpello n. 25 del 15 settembre 2014 pone delle precisazioni circa l’obbligo di richiedere il certificato penale del casellario giudiziale, introdotto dall’articolo 2 del D.Lgs n. 39/2014 in relazione ai lavoratori che svolgono attività a contatto diretto e regolare con minori. Nel particolare, con specifico riferimento alle attività svolte nelle strutture alberghiere:

  • non rientrano nel campo di applicazione della norma attività quali quelle di addetti al ricevimento, portineria, cucina, pulizia piani;
  • sono soggetti all’obbligo di legge gli addetti ai c.d. miniclub o al babysitting;
  • non è soggetto all’obbligo il personale impiegato in un’unità produttiva in presenza di tirocinanti o lavoratori minorenni nella stessa, anche qualora svolga attività di tutoraggio.

Fonte: www.seac.it



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia