COMPENSAZIONE MODELLO F24: BONUS RENZI CON HOME BANKING. CONFERMA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

f24Compensazione modello F24: le incertezze degli ultimi giorni derivanti dal Decreto Legge 50/2017 circa il bonus Renzi da 80 euro sono state risolte con indicazioni fornite nella giornata di ieri dall’Agenzia delle Entrate. Il chiarimento è arrivato nell’ambito del quindicesimo Forum lavoro organizzato dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro tenutosi il 17 maggio.

Come già prospettato, la compensazione tramite modello F24 del bonus Renzi di 80 euro non richiederà di dover utilizzare obbligatoriamente i servizi telematici di AdE Entratel/Fisconline.

Ecco tutte le novità fornite dall’Agenzia delle Entrate in materia di compensazione di crediti con modello F24 del bonus Renzi 80 euro 2017.

Compensazione modello F24: bonus Renzi 2017 anche con home banking. Novità dall’Agenzia delle Entrate

Dalle ultime novità dell’Agenzia delle Entrate viene quindi confermato quanto già indicato dalla circolare 4/2017 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. Nel documento infatti proprio in merito alle novità sulle compensazioni da modello F24 era stato indicato come il bonus Renzi di 80 euro non fosse da ascrivere all’interno delle tipologie di crediti da portare in compensazione le novità dell’articolo 3 del Decreto Legge 50/2017.

Il testo della “manovrina” di aprile infatti indica chiaramente l’elenco dei crediti per i quali era necessaria compensazione mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, ovvero quelli da IVA, imposte sui redditi e relative addizionali, ritenute alla fonte, imposte sostitutive delle imposte sul reddito, imposta regionale sulle attività produttive, crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

Il bonus Renzi di 80 euro infatti non rientra di diritto in nessuna delle categorie indicate dal novello articolo 37, comma 49 bis, del D.l. 223/2006 e quindi per esso non è richiesta una compensazione con modello F24 svolta obbligatoriamente tramite Entratel o Fisconline.

Compensazione modello F24, bonus Renzi: cosa si attende dall’AdE

Se si può salutare con favore la precisazione dell’Agenzia delle Entrate in materia di compensazione da modello F24, permangono ancora dei dubbi da chiarire circa le novità introdotte dal DL 50/2017.

In particolare rimane ancora poco chiara l’indicazione del 1° giugno come termine di inizio dei controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate sulle novità in materia di invio telematico della compensazioni F24. La scadenza, indicata nella risoluzione 57/E, parla infatti unicamente delle verifiche che verranno apportate dell’Agenzia non indicando se fino a quella data sarà possibile l’utilizzo del normale home banking anche per compensazioni crediti specificate dalla manovra dello scorso mese.

Tra le novità attese dall’Agenzia delle Entrate dovrebbe trovare posto anche una specificazione di tutte le tipologie di credito (con i relativi codici) per le quali è necessario l’utilizzo per compensazione di Entratel o Fisconline. Una chiarificazione in più su un tema che, lentamente, dovrebbe provvedere a risolvere tutte le criticità ancora presenti mentre gli effetti della legge 50/2017 sono già pienamente in vigore.

Fonte: informazionefiscale.it