DENUNCE D’INFORTUNIO OBBLIGATORIE ANCHE PER UN GIORNO

Con l’entrata in vigore il 12 ottobre 2016 del nuovo regolamento Sinp, il Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione e i luoghi di lavoro che si occuperà di fornire informazioni utili a prevenire infortuni e malattie correlate al lavoro, scatterà anche l’obbligo per il datore di lavoro di comunicare gli infortuni con prognosi di almeno un giorno e fino a tre giorni, escluso quello dell’evento.


Fino all’11 ottobre la comunicazione non sarà necessaria perché si continuerà ad osservare quanto prescritto dall’art. 53 del Testo Unico Inail, ossia la denuncia degli infortuni con prognosi di assenza superiore aINFORTUNIO2 tre giorni oltre a quello dell’infortunio, assolvendo contemporaneamente anche all’obbligo dell’art. 18 comma 1, lett. r, del T. U. sicurezza, limitatamente però per gli infortuni con prognosi di assenza superiore a tre giorni oltre a quello dell’evento. Per gli infortuni con assenza di almeno un giorno, oltre a quello dell’infortunio, invece, l’obbligo era stato sospeso e rinviato fino all’entrata in vigore della normativa attuativa del Sinp.

Dal 12 ottobre, quindi, chi non comunicherà a fini statistici i dati degli infortuni che comportino un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento, ed entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico sarà soggetto ad una sanzione con un importo variabile: da 548,00 euro a 1.972,80 euro.

Fonte: www.consulentidellavoro.it