DETASSAZIONE PREMI DI PRODUTTIVITÀ 2014 AL VIA

Secondo quanto era stato stabilito già dalla Legge di Stabilità 2013, la detassazionedelle sommeerogate in denaro ai dipendentidel settore privato a titolo di premidi produttività, che prevede l’applicazione di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali pari al 10%, si applica anche per il 2014.

Con la Circolare n. 14 del 29 maggio 2014, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali interviene in merito all’applicazione dell’imposta sostitutiva del 10% sulle somme premiali erogate in corso d’anno.

Come noto, ai sensi del DPCM del 19 febbraio 2014, la detassazione è applicabile per l’anno 2014 compatibilmente con quanto previsto per l’anno 2013 e di conseguenza, solamente a quelle somme riconducibili ad incrementi di produttività o efficienza, così come stabilito negli accordi di produttività di secondo livello.

Tra le altre cose, il Ministero precisa che qualora in corso 2013 sia stato firmato un accordo ai sensi del DPCM 22 gennaio 2013 valevole anche per l’anno 2014 e detto accordo sia già stato depositato alla DTL competente in corso 2013, nessun ulteriore adempimento dovrà essere effettuato per assoggettare ad imposta sostitutiva nel corso del 2014.

Confindustria: siglato accordo sulla Detassazione 2014. La Confindustria ed i sindacati CGIL, CISL e UIL hanno sottoscritto, in data 15 maggio 2014, l’accordo interconfederale in materia di detassazione per l’attuazione del D.P.C.M. 19 febbraio 2014, con la finalità di agevolare i lavoratori. Le parti firmatarie dell’accordo concordano che le prestazioni lavorative effettuate nel 2014 che hanno già comportato l’applicazione dell’agevolazione fiscale per l’anno 2013, sono ancora utili e, pertanto, possono fruire della relativa agevolazione anche per l’anno 2014.

Il richiamato DPCM prevede che beneficiano dell’agevolazione fiscale – aliquota del 10% – i titolari di reddito non superiore a 40.000 euro annui e l’ammontare della retribuzione di produttività oggetto di detassazione è di 3.000 euro.

 



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia