ENTI BILATERALI E OBBLIGO DI ISCRIZIONE

L’annosa questione dell’obbligatorietà o meno di iscrizione agli enti bilaterali è stata più volte oggetto di discussione ed interpretazione.

ENTIBILATPremettiamo che gli enti bilaterali sono degli organismi paritetici, di natura contrattuale, costituiti dalle associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro maggiormente rappresentative a livello nazionale.

Questi enti sono finanziati con contributi a carico dei datori di lavoro e dei lavoratori e tra le loro funzioni ci sono: gli incentivi per le imprese, le prestazioni a sostegno del reddito, le conciliazioni nelle liti di lavoro, la formazione professionale e la sicurezza sul lavoro.

L’iscrizione del datore di lavoro a un ente bilaterale ed il pagamento della relativa contribuzione, sono obbligatorie, solo se l’azienda aderisce ad una delle associazioni stipulanti il contratto collettivo nazionale di lavoro.

Il Ministero del Lavoro, con circolare n. 43 del 15/12/2010, è intervenuto in merito al sistema della bilateralità, riconoscendo che il datore di lavoro non è tenuto all’iscrizione agli Enti Bilaterali , tuttavia se il contratto collettivo prevede, nella parte economico-normativa, tutele aggiuntive per i dipendenti e che una determinata prestazione rappresenti un diritto dei lavoratori, l’iscrizione all’ente rappresenta una delle modalità per adempiere all’obbligo gravante sul datore.

In pratica se nel contratto collettivo nazionale sono previsti per i lavoratori benefici aggiuntivi di carattere economico/assistenziale, il datore di lavoro può fare tre scelte:

  1. Corrispondere ai lavoratori dipendenti un elemento ulteriore della retribuzione equivalente ai benefici spettanti;
  1. Corrispondere direttamente dei benefici equivalenti a quelli spettanti;
  1. Aderire all’ente bilaterale e pagare la relativa contribuzione.

E’ indubbio che la mancata adesione ed il mancato versamento dei contributi agli enti bilaterali, si traduce in minori prestazioni e quindi, in uno svantaggio economico per il lavoratore non iscritto.

D’altro canto il riconoscimento di benefici contributivi e normativi è subordinato all’integrale rispetto del contratto collettivo nazionale di lavoro.

Acclarato che l’iscrizione all’ente bilaterale può rappresentare la soluzione ottimale per garantire un diritto contrattuale del lavoratore, fornisce anche una serie di opportunità alle imprese.

La bilateralità coinvolge tutti i settori produttivi:

SETTOREENTE BILATERALE
ARTIGIANATOE.B.A.P.
COMMERCIOENTE BILATERALE DEL COMMERCIO, DELLA DISTRIBUZIONE E DEI SERVIZI
STUDI PROFESSIONALIE.BI.PRO.
TURISMOE.B.T. PUGLIA

In particolare il tessuto produttivo italiano è costituito da tante piccole imprese artigiane che sempre più spesso devono affrontare una serie di sfide per restare competitive sul mercato, ma devono far fronte ad una serie di adempimenti normativi e fiscali con conseguente dispendio economico; in questo scenario ecco che l’adesione all’E.B.A.P. può rappresentare un’opportunità per usufruire di una gamma di prestazioni rivolte alle imprese ed ai lavoratori.

Di particolare interesse per le aziende artigiane sono:

  • Gli incentivi all’assunzione, alla trasformazione di contratti a termine e alla qualificazione di contratti di apprendistato;
  • Il sostegno alla maternità e paternità per i titolari, soci o coadiuvanti artigiani;
  • Premi per il conseguimento del diploma di scuola secondaria di II°, contributo per l’acquisto di volumi scolastici, borse di studio e contributi universitari per figli dipendenti di aziende artigiane;
  • Assegno ordinario per situazioni temporanee di mercato o eventi di forza maggiore che comportano la sospensione dell’attività lavorativa; ecc.

Un ulteriore sostegno alle imprese, per assolvere i propri obblighi in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, sono:

  • Contributo di euro 500,00 per i check-up aziendali e valutazioni preliminari effettuate ai sensi del D.Lgs. 81/2008;
  • Contributo annuo di euro 300,00 per l’aggiornamento professionale dell’imprenditore.

Per i dettagli si rimanda alle tabelle  che troverete ai seguenti link:

Vi diamo appuntamento alle prossime settimane per fornire in dettaglio le prestazioni offerte dagli altri Enti Bilaterali citati. Ovviamente Studio Schena resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento e approfondimento di Vostro Interesse.