EQUIPARAZIONE DEGLI ALLIEVI AI LAVORATORI

L’art. 2 delD.lgs. 81/08 prevede che siano equiparati a lavoratori gli allievi degli istituti di istruzione nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le attrezzature fornite di videoterminali (VDT) limitatamente al periodo in cui l’allievo sia effettivamente applicato alle strumentazioni o ai laboratori n questione.

Gli allievi delle scuole sono, pertanto, equiparabili a lavoratori quando sono effettivamente impiegati in attività di laboratorio nell’uso di sostanze e attrezzature di lavoro, quando sono esposti a rischio chimico, fisico e biologico (se considerato nel DVR) e quando usano VDT, nel caso di attività curricolare svolta in aula informatica.

Gli effetti concreti sulla gestione e organizzazione della sicurezza a scuola derivanti da questa equiparazione possono quindi essere riassunti così:

  • obblighi relativi alla formazione degli allievi equiparati secondo l’Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011
  • obblighi relativi all’individuazione da parte del Dirigente scolastico delle figure di preposto tra gli insegnanti che seguono gli allievi nei periodi in cui questi ultimi sono equiparati a lavoratori
  • obbligo del Dirigente Scolastico di fornire i DPI a tutti gli allievi equiparati a lavoratori, nei casi in cui tale misura sia prevista dalla valutazione dei rischi

Si ritiene che non siano da equiparare a lavoratori gli allievi della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, occupati in attività di carattere culturale, ludico, artistico, motorio e sportivo in apposite aule, dette anche laboratori, con attrezzature didattiche adeguate all’età.

In ogni caso, la non equiparazione degli allievi a lavoratori non esclude l’obbligo del Dirigente Scolastico di effettuare la valutazione dei rischi riferiti a queste aule attrezzate e alle attività che vi si svolgono, e di definire i conseguenti interventi di prevenzione e protezione nonché la formazione specifica dei docenti impegnati in tali attività.

Tuttavia, considerata la complessità e la diversità delle situazioni reali all’interno delle scuole e l’assenza di precise indicazioni normative in materia, non si può escludere a priori l’esistenza di situazioni particolari che rendano necessario equiparare a lavoratori gli allievi di scuole di ogni ordine e grado. In ogni caso, i contenuti della formazione rivolta agli allievi equiparati a lavoratori dovranno essere adeguati all’effettiva esposizione ai rischi, congruenti con l’età degli allievi e dei programmi scolastici.

Fonte ECOSAFE



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia