IL DEPOSITO DEL BILANCIO 2015

Come noto, successivamente all’approvazione, il bilancio d’esercizio di srl, spa, sapa, società cooperative, ecc., va depositato a cura degli amministratori presso il competente Registro delle Imprese, nel rispetto di specifici termini e modalità.

Al fine di adempiere all’obbligo in esame, un utile strumento è rappresentato dal “Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese – Campagna bilanci 2016”, reso disponibile da Unioncamere nel mese di marzo 2016, contenente anche le istruzioni per la compilazione della modulistica utilizzabile.

 TERMINE DI DEPOSITO DEL BILANCIO

Presso il Registro delle Imprese, come disposto dall’art. 2435, C.c., va depositato:

  • il bilancio unitamente alla Relazione sulla gestione (se presente), alla Relazione del Collegio sindacale (se esistente) ovvero del soggetto incaricato della revisione legale (se diverso dal Collegio sindacale) ed al verbale di approvazione del bilancio;
  • l’elenco soci, se variato rispetto alla situazione esistente alla data di approvazione del bilancio dell’esercizio precedente.

Detto obbligo riguarda solo le spa, sapa e le società consortili per azioni (escluse quelle quotate) mentre non interessa né le srl e le società consortili a responsabilità limitata per le quali, considerata l’abrogazione del libro soci, non è necessario allegare l’elenco soci in sede di deposito del bilancio, né le cooperative.

Il deposito dei predetti documenti va effettuato entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio d’esercizio.

Per individuare il termine ultimo entro il quale provvedere al suddetto deposito, ossia i 30 giorni dall’approvazione, è necessario considerare che:

  1. per il bilancio chiuso al 31.12.2015, posto che il 2016 è bisestile, l’approvazione è prevista entro il 29.4.2016 (120 giorni dalla chiusura dell’esercizio), ovvero il 28.6.2016 (180 giorni dalla chiusura dell’esercizio) in presenza di particolari esigenze connesse con la struttura e l’oggetto della società e qualora lo statuto lo consenta; 
  2. i giorni festivi vanno conteggiati nel computo dei 30 giorni; 
  3. i 30 giorni vanno calcolati a partire dal giorno successivo all’evento (ossia all’approvazione del bilancio); 
  4. se il termine cade di sabato o giorno festivo, la presentazione è considerata tempestiva se effettuata il primo giorno lavorativo successivo, come disposto dall’art. 3, DPR n. 558/99 (così, ad esempio, se il bilancio è stato approvato il 29.4.2016, il deposito è tempestivo se effettuato entro il 30.5.2016, considerato che il 29.5 cade di domenica); 
  5. se il bilancio è approvato in seconda convocazione, i 30 giorni per il deposito vanno individuati a decorrere dalla data in cui la stessa è intervenuta.

Fonte: Seac.it



Benvenuti in Studio Schena
invia via WhatsApp