INAIL: IL BANDO ISI AGRICOLTURA 2016

Come disposto dall’ultima Legge di Stabilità (208/2015), che ha istituito presso l’Inail un fondo con la dotazione di 45 milioni per quest’anno e 35 milioni all’anno a decorrere dal 2017, le aziende agricole che possono accedere agli incentivi sono le imprese individuali, le società agricole e le società cooperative operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli e in possesso dei requisiti specificati nel bando. Ogni impresa potrà presentare una sola domanda e per uno solo dei due assi di finanziamento previsti. straw-1683660_960_720

Il finanziamento sarà destinato agli investimenti per:

  • l’acquisto o il noleggio di macchine e trattori caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti;
  • la riduzione del rischio rumore;
  • il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende nel rispetto del regolamento 702/2014 della Commissione Europea.

I soggetti destinatari degli incentivi sono le imprese di micro e piccole dimensioni appartenenti al settore agricolo, le quali aderendo al bando potranno usufruire dei fondi derivanti dallo stanziamento dell’INAIL di 45 milioni di euro, a fondo perduto.

Più in particolare, le aziende agricole che possono accedere agli incentivi sono:

  • le imprese individuali;
  • le società agricole;
  • e le società cooperative operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli e in possesso dei requisiti specificati nel bando.

Il contributo per singolo soggetto potrà variare da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 60.000 euro e verrà erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

È importante tenere presente che il contributo in conto capitale non copre l’intero costo sostenuto, ma esclusivamente:

  • il 50% delle spese ammissibili sostenute e documentate dalle imprese agricole dei giovani agricoltori;
  • il 40% dei costi sostenuti da tutte le altre aziende.


I progetti finanziati dal bando ISI-Agricoltura 2016, possono prevedere l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di due beni al massimo, come specificato nella seguente tabella:

LE OPZIONI DI ACQUISTO

Opzione 11 trattore agricolo o forestale + 1 macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio.
Opzione 21 macchina agricola o forestale dotata di motore proprio + 1 macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio.
Opzione 32 macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio.

  

Per accedere agli incentivi INAIL, ci sono degli step ben precisi di seguito riepilogati:

  1. inserire online i dati dell’azienda e le informazioni relative al progetto per cui si richiede il finanziamento, rispettando i parametri che determineranno il raggiungimento o meno della soglia minima di ammissibilità, pari a 100 punti (circa i criteri di attribuzione dei punteggi consultare il bando).
  2. attendere la conclusione della fase di compilazione, e verificare il raggiungimento o meno del punteggio minimo di ammissibilità;
  3. in caso di raggiungimento o superamento del punteggio minimo, inviare la propria domanda attraverso lo sportello informatico.

Successivamente, l’INAIL pubblicherà gli elenchi in ordine cronologico ed evidenzierà quelle in posizione utile per accedere al contributo, le quali dovranno presentare alla sede INAIL di competenza la documentazione che attesta il possesso dei requisiti previsti dal bando.

Di seguito, le tre fasi principali con le date da tenere in agenda per accedere al contributo:

FASE 1

INSERIMENTO ONLINE DEL PROGETTO

 

Dal 10 novembre 2016 ed entro e non oltre le ore 18.00 del 20 gennaio 2017, nella sezione “accedi ai servizi online” del sito Inail, le imprese registrate avranno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consentirà di:

  • effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
  • verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
  • salvare la domanda inserita;
  • effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “INVIA”.
FASE 2

INSERIMENTO DEL CODICE IDENTIFICATIVO

 

Dal 1° febbraio 2017 le imprese che avranno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, effettuandone la registrazione attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “INVIA”, potranno accedere all’interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le identificherà in maniera univoca.

 

FASE 3

INVIO DEL CODICE IDENTIFICATIVO
(CLICK DAY)

 

Le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download.
La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 30 marzo 2017.

Fonte: fiscal-focus.it