INFORTUNI – CIRCOLARE INAIL SU REGISTRO E CRUSCOTTO

Il decreto legislativo n. 151/2015 all’articolo 21, comma 4, ha abolito l’obbligo della tenuta del Registro infortuni nonché l’applicazione delle relative disposizioni sanzionatorie, a decorrere dal 23 dicembre 2015 (anticipando di fatto ciò che era già stabilito dall’articolo 53, comma 6 del d.lgs. n. 81/2008). 

INAIL

Il Cruscotto infortuni aperto dall’Inail inizialmente per offrire agli organi di vigilanza uno strumento alternativo all’abrogato registro, in grado comunque di fornire dati e informazioni utili a orientare l’azione ispettiva, è stato ora aggiornato, rendendo accessibili le informazioni ivi contenute ai datori di lavoro (e soggetti delegati) e ai loro intermediari.

Mentre il cruscotto ha la finalità di offrire un monitoraggio statistico generale, a livello aziendale l’azione di monitoraggio degli infortuni è una attività che permette di orientare le azioni di prevenzione e di miglioramento e di utilizzare il budget sicurezza a disposizione in modo efficiente.

Leggi la Circolare n. 31 del 2 settembre 2016

Fonte: necsi.ti