LAVORATORI DOMESTICI: CONTRIBUZIONE PER L’ANNO 2015

L’INPS, con la Circolare n. 12 del 23 gennaio 2015, ha aggiornato le fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2015 per i lavoratori domestici.

Tale aggiornamento si è reso necessario a seguito della variazione dello 0,2% verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie degli operai e degli impiegati, tra il periodo gennaio 2013 ‐ dicembre 2013 ed il periodo gennaio 2014 – dicembre 2014.

Ai rapporti di lavoro domestico a tempo determinato continua ad essere applicato il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale).

Il contributo addizionale, introdotto dal 1° gennaio 2013 dall’art. 2, comma 28 della Legge n. 92/2012, non è dovuto per i lavoratori assunti a termine in sostituzione di dipendenti assenti.

Si ricorda che i contributi devono essere versati trimestralmente entro il giorno 10 del mese successivo a quello in cui si è compiuto il trimestre solare e quindi:

  • 1° trimestre 2015 (gennaio – marzo): entro venerdì 10 aprile 2015;
  • 2° trimestre 2015 (aprile – giugno): entro venerdì 10 luglio 2015;
  • 3° trimestre 2015 (luglio – settembre): entro sabato 10 ottobre 2015;
  • 4° trimestre 2015 (ottobre – dicembre): entro lunedì 11 gennaio 2016 (in quanto il 10 gennaio cade di domenica).

Quando cessa il rapporto di lavoro, il versamento deve essere effettuato entro 10 giorni dal licenziamento o dalle dimissioni.

Fonte: Seac.it



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia