LAVORI A CONTATTO CON MINORI

Con Circolare del 24 luglio 2014, il Ministero della Giustizia rende noto che, a seguito delle modifiche apportate, il certificato penale del casellario, da richiedere a cura del datore di lavoro che intende impiegare lavoratori per lo svolgimento di attività professionali o attività volontarie che comportino contatti diretti e regolari con minori, contiene ora le sole indicazioni relative a reati sessuali e a specifiche interdizioni.

Il Ministero evidenzia che, a seguito delle predette modifiche, non sarà più necessaria l’acquisizione del consenso del lavoratore ai fini del rilascio del predetto certificato.



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia