L’OBBLIGO DALL’1.1.2015 DEL MOD. F24 ELIDE PER LE LOCAZIONI IMMOBILIARI

Come noto, con il Provvedimento 3.1.2014 l’Agenzia delle Entrate, in attuazione della previsione contenuta nel DM 8.11.2011 e al fine di semplificare gli adempimenti dei contribuenti, ha esteso l’utilizzo del “mod. F24 versamenti con elementi identificativi”, c.d. “F24 ELIDE”, ai versamenti dell’imposta di registro, tributi speciali e compensi, imposta di bollo e relative sanzioni ed interessi,connessi alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili.

Come disposto dal citato Provvedimento, il mod. F24 ELIDE è utilizzabile a decorrere dall’1.2.2014, ferma restando la possibilità, fino al 31.12.2014, di utilizzare il mod. F23 secondo le ordinarie modalità.

Dall’1.1.2015 diventa quindi obbligatorio l’utilizzo del mod. F24 ELIDE.

Il mod. F23 non è soppresso ma rimane utilizzabile in tutte le altre ipotesi (ad esempio, registrazione contratto di comodato, affitto d’azienda senza applicazione delle regole della locazione, delibera distribuzione riserve di utili, ecc.).

Il mod. F24 ELIDE va presentato con le “nuove” modalità ovvero:

  • esclusivamente in via telematica (direttamente o tramite un intermediario abilitato) dai soggetti:
    – titolari
    di partita IVA;
    – non
    titolari di partita IVA in presenza di un saldo a debito superiore a € 1.000;
  • anche in forma cartacea, in banca / Posta / Agente della riscossione, da parte dei soggetti non titolari di partita IVA purché di importo pari o inferiore a € 1.000.

L’utilizzo del mod. ELIDE non consente la compensazione delle somme dovute con eventuali crediti disponibili, non essendo nello stesso presente la colonna relativa agli “importi a credito”.

Fonte: Fiscalfocus



Stampa questa Notizia Stampa questa Notizia