PUBBLICATO IL NUOVO MODELLO OT24 2015

La Direzione Centrale INAIL ha modificato significativamente i contenuti del modulo di richiesta dello “sconto” ai sensi dell’Art. 24 per il prossimo anno 2015, che va presentata, esclusivamente in modalità telematica attraverso la sezione Servizi online, entro il 28 febbraio prossimo.

Il modello contiene rilevanti novità sia per quanto attiene i criteri di compilazione, molto più semplici dei precedenti, che per i contenuti delle singole sezioni.

Le azioni delle varie Sezioni (o Quadri), con particolare riferimento al quadro A e B, sono state arricchite con:

– l’introduzione delle Linee di guida per l’implementazione di SGSIL in comparti operativi specifici e Piccole, Micro e Medie imprese;

– il riferimento ad Accordi tra INAIL e Associazioni di categoria o a buone prassi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e salute;

– interventi ispirati alla responsabilità sociale di impresa e al coinvolgimento attivo delle figure aziendali che hanno un ruolo attivo nella gestione della prevenzione.

Gli altri Quadri sono ora suddivisi in due grandi macro-quadri all’interno dei quali troviamo numerose azioni finalizzate alla promozione del benessere, della salute e della sicurezza:

  • Quadro C “Sicurezza e sorveglianza sanitaria”: qui troviamo l’attribuzione di p.ti alle imprese che, anche se non soggette all’obbligo, hanno adottato un defibrillatore e provveduto allo specifico addestramento e aggiornamento annuale del personale (corso BLSD) e alla realizzazione delle procedure di intervento (attenzione: occorre adempiere alle disposizioni di legge in materia e ai Regolamenti attuativi Regionali); l’effettuazione di corsi di guida sicura; adozione della scatola nera sui mezzi; l’adozione di una procedura per l’analisi sistematica degli infortuni (osservatorio infortuni) relativi al proprio personale nonché una procedura per l’analisi sitematica degli infortuni occorsi agli appaltatori nel corso di attività svolta all’interno dell’azienda, ecc.
  • Quadro D “Prevenzione di rischi specifici”: in questo quadro troviamo ad esempio la dotazione ai lavoratori isolati del dispositivo “uomo a terra”; l’elaborazione di programmi specifici di prevenzione del rischio muscolo scheletrico; prevenzione delle malattie cardiovascolari e/o oncologiche; prevenzione dell’uso di alcool e sostanze stupefacenti, ecc.

Scarica il nuovo Modello OT24 e la Guida alla compilazione

Fonte: igeam.it