SCADENZE FISCALI 30 NOVEMBRE 2015

Le scadenze fiscali di novembre 2015 si concludono con l’appuntamento del 30 novembre 2015.
In questa data scade il secondo acconto IRPEF (per le persone fisiche che hanno l’obbligo di presentazione del Modello UNICO), IRES e IRAP.

In ordine all’IRPEF i contribuenti persone fisiche che hanno l’obbligo di presentazione del Modello UNICO sono tenuti al pagamento del secondo acconto per il periodo d’imposta 2015.
L’acconto è calcolato sul 60% dell’imposta versata nell’anno precedente; è comunque facoltà del contribuente versare un importo inferiore se si prevede o si è già certi che il reddito prodotto a consuntivo sarà inferiore a quello prodotto nell’anno precedente.
Il pagamento dell’acconto Irpef 2015 è dovuto solo se il debito d’imposta è pari o superiore a 52 euro e va versato in un’unica soluzione entro il 30 novembre, salvo che il suo ammontare sia inferiore a 257,52 euro, nel qual caso sono possibili 2 rate.
Attenzione poi alla possibilità di compensare crediti pregressi: con il versamento della seconda o unica rata dell’acconto Irpef 2015, i contribuenti hanno la possibilità di recuperare i crediti indicati nel modello Unico 2015, e non ancora chiesti a rimborso o compensati.
Il versamento va eseguito tramite modello F24 con codice tributo 4034, sezione erario.

In ordine all’IRES i soggetti passivi Ires con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare sono tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di Irap e dalla dichiarazione unificata annuale.
L’oggetto della scadenza fiscale è il versamento della 2° o unica rata dell’Ires dovuta a titolo di acconto per l’anno 2015. Da quest’anno la base dell’acconto per le imprese torna ad essere calcolata sul 100% dell’importo di riferimento, dopo che negli anni precedenti tale valore era salito al 101,50% (diventando di fatto un acconto maggiorato di un anticipo di imposte).
Il versamento deve essere effettuato tramite modello F24 con codice tributo 2002, sezione Erario.
Ecco le categorie di contribuenti interessati dal versamento del secondo acconto IRES 2015 entro il 30 novembre:

  • Società di capitali ed enti commerciali, SpA, Srl, Soc. Cooperative, Sapa, Enti pubblici e privati diversi dalle società
  • Istituti di credito, Sim, altri intermediari finanziari, società fiduciarie;
  • Enti che non svolgono attività commerciali.

I soggetti passivi IRAP devono versare entro il 30 novembre 2015 il secondo acconto o unica rata dovuta per il 2015.
Il versamento deve essere effettuato tramite modello F24 con codice tributo 3813, sezione Erario.
Il secondo acconto IRAP 2015 deve essere calcolato in base al modello UNICO 2015 e precisamente sull’importo indicato nel rigo IR21. Il versamento dell’acconto IRAP va versato entro il 30 novembre 2015 solo per i contribuenti tenuti al pagamento Irpef e Ires, qualora l’importo superi 52 euro per le persone fisiche e società di persone, e 21 euro per società di capitali ed enti non commerciali.

Fonte: ForexInfo