SPESOMETRO E NUOVE COMUNICAZIONI IVA: SCADENZE E NOVITÀ

adeLo spesometro è stato introdotto dal D.L. n. 78 del 31 maggio 2010, che ha previsto l’invio telematico delle operazioni attive e passive rilevanti ai fini Iva. L’adempimento vuole rafforzare gli strumenti a disposizione dell’Amministrazione Finanziaria per il contrasto e la prevenzione dei comportamenti fraudolenti, soprattutto in materia di Iva. Il 2016 è l’ultimo periodo d’imposta per cui questo adempimento è annuale, perché dal 2017 il decreto 193/2016 ha introdotto l’obbligo di comunicazione trimestrale che con il decreto Milleproroghe diventa semestrale solo per il 2017.

Il decreto legge collegato alla manovra di bilancio 2017, modificando il D.L. 78/2010, ha abrogato l’invio annuale dello “spesometro” e ha introdotto, a decorrere dal 1° gennaio 2017, due nuovi adempimenti (articolo 4, commi 1 e 2 D.L. 193/2016) la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute, e la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche.

Relativamente all’anno in corso le date da ricordare per le comunicazioni rilevanti ai fini Iva sono:

  • il 10 aprile o 20 aprile 2017 per lo spesometro relativo al 2016;
  • il 16 settembre 2017 per il 1°invio dello spesometro 2017, (fatture emesse e ricevute I° semestre 2017);

il 28 febbraio 2018 per il 2° invio dello spesometro 2017, (fatture emesse e ricevute 2° semestre 2017).

Fonte: edotto.it